Il Black Friday dei veri PetLovers è qui! Più di 800 prodotti. Fino al 70% OFF. Scorte limitate!

La funzione della cuccia per il cane

Il cane e la cuccia

La cuccia per il cane è casa sua, il posto tutto suo, la sua tana dove sentirsi protetto, nascosto e dove non deve essere disturbato. La cuccia è il posto dove il cane può riposare e deve essere sopratutto un posto accogliente. Esistono diverse tipologie di cucce e si differenziano per materiali, forme e colori.

Qual è il rapporto tra cane e cuccia?

La cuccia è un arredo fondamentale per il cane, non rappresenta solo un posto in cui trovare riparo dal caldo, dalla pioggia o dal freddo; ma rappresenta il “luogo sicuro” in cui ritornare quando si è spaventati, quando si vuole dormire o semplicemente quando non si vuol essere disturbati.

Essa è il posto dedicato unicamente al proprio amico a quattro zampe, è il luogo della casa dedicato solo a lui in cui ha la sua “privacy” e si sente sicuro e protetto. Per questo motivo ci tiene a lasciare il suo odore strofinandocisi sopra e a portare giochini e cibo in modo che nessun altro possa prenderli.

Questo spiega la necessità di avere una cuccia non solo per i cani che vivono all’aperto, ma anche per quelli che vivono dentro casa e che non hanno bisogno di ripararsi dagli agenti atmosferici ma che comunque necessitano di avere uno spazio tutto loro all’interno delle mura domestiche. Questa è la ragione per cui, quando si acquista, non dobbiamo scegliere a piacere o magari per una questione estetica, piuttosto dovremmo considerare delle caratteristiche che rispettino i canoni di comodità del nostro fido.

Quali sono le caratteristiche più importanti da valutare:

  1. le dimensioni della cuccia: sono essenziali perché il cane deve entrare all’interno comodamente. Se abbiamo una femmina e vogliamo che in futuro possa avere dei cagnolini, è importante considerare anche una dimensione più grande, perché per lei sarà importante poter partorire e allattare i cuccioli nel suo posto preferito, quindi nella cuccia.
  2. la forma: ci sono delle vere e proprie gabbiette (trasportini, o Kennel), e poi ceste, divanetti, lettini, brandine, cuscini, tappeti: tutte queste tipologie sono cucce da interno, e dobbiamo scegliere la migliore in base alle necessità del cane.
  3. Il materiale: deve essere atossico, ipoallergenico, sfoderabile, lavabile e igienizzabile. 

Le cucce da esterno

Posizionata in un luogo riparato e tranquillo, la cuccia da esterno non può mancare in un terrazzo o in un giardino. I cani, infatti, con l’arrivo della primavera sono pronti a trascorrere le giornate all’aperto giocando in compagnia della famiglia, ma sempre disposti a concedersi il giusto riposo all’interno della loro cuccia preferita.

È importante che la cuccia non sia né troppo piccola né, tanto meno, troppo grande perché il cane non si sentirebbe pienamente a suo agio.
La misura ideale sarebbe quella che consente al cane di stare sulle zampe posteriori e muoversi liberamente. Questo criterio ovviamente, nel caso di un cucciolo, deve essere riferito non tanto alle dimensioni del cucciolo quanto alle dimensioni massime che raggiungerà il cane nell’età adulta.

Ci sono cucce in legno, in plastica o in metallo:

  • Il legno sicuramente è un materiale che assicura un ottimo isolamento termico per il cane, essendo fresca d’estate e, tendenzialmente, calda d’inverno. Tra l’altro, anche se spesso si pensa che il legno sia un materiale meno resistente e soggetto all’usura causata dagli agenti atmosferici, in verità è vero il contrario.
    Il legno della cuccia per cani viene sempre sottoposto a particolari trattamenti, non nocivi per la salute del cane, che la rendono resistente a tutti i fattori esterni. Quanto alla compatibilità con le esigenze del cane e del suo padrone, questa cuccia risulta completamente ipoallergenica e adatta a ospitare qualsiasi tipo di cane ma è priva di odori e facile da pulire periodicamente.
  • La cuccia in plastica, invece, offre sicuramente un ambiente comodo e confortevole per il cane ma tende a non essere ottimale a livello di isolamento termico. La scelta di questa tipologia di cuccia deve quindi tenere in considerazione il clima dell’area in cui il cane si trova. Il problema principale si riscontra per i climi caldi visto che tende a surriscaldare l’interno della cuccia, invece a basse temperature riesce a mantenere in modo abbastanza soddisfacente il calore.
  • La cuccia in metallo, non è considerata molto confortevole per il cane.
    Infatti, la base tende a essere dura e spesso è necessario posizionare o una coperta oppure un cuscino per rendere l’ambiente comodo per l’animale. Anche questo materiale poi tende a non essere ottimale per le alte temperature perché surriscalda l’ambiente.
    Quindi, sicuramente, la scelta del materiale della cuccia per esterni va effettuata sia in base alle caratteristiche del cane, sia a quelle legate al clima della zona in cui si trova.

Attualmente si opta verso cucce coibentate. Sono cucce realizzate in materiali resistenti agli agenti atmosferici come legno e plastica ma ulteriormente rinforzate con un materiale isolante come Styrofoam, Styroduro, Polyuretano o simili. In una cuccia opportunamente isolata il tuo cane è completamente isolato dal clima e dalle temperature esterne (coibentato è sinonimo di isolato). Pertanto, la cuccia coibentata tiene caldo in inverno, e offre un posto rinfrescante in estate.

È importante che tutti i lati della cuccia, compresi il tetto e il pavimento, siano ben isolati. Ma questo spesso non è il caso con i modelli più economici. L’ingresso della cuccia deve essere dotato di una tendina (tendina a lamelle) per proteggere l’interno della cuccia da vento, freddo, umidità e pioggia. Idealmente, un baldacchino aiuta a prevenire l’ingresso di pioggia.

Quanto alla struttura, la cuccia per esterno deve avere un tetto a spiovente affinché l’acqua o gli altri agenti atmosferici non possano depositarsi sulla cuccia e poi deve essere rialzata di circa 8 cm dal terreno; una buona circolazione d’aria sotto la cuccia è importante per proteggere il pavimento dall’umidità e dalle muffe – e quindi per proteggere la salute del tuo cane, perciò assicurati sempre che la cuccia abbia dei piedi rialzati. 

Le cucce da interno 

È errato pensare solo a cucce da esterno e che un cane che vive in appartamento non ne abbia bisogno. In realtà esistono in vendita anche delle cucce da interno che hanno la stessa funzione: creare un luogo sicuro per il nostro pet.

Le cucce da interno rappresentano lo spazio nella casa dedicato al nostro cane. Non devono essere coibentate o resistenti come quelle da esterno, ma devono essere confortevoli ed adatte alle diverse esigenze.

Le tipologie più diffuse sono:

  • Classico trasportino, o Kennel: La logica nello scegliere questo tipo di cuccia da interno è, primariamente, quella di poter trasportare spesso in giro il cane (un cane di piccola taglia, per motivi di peso), ma avere un trasportino è anche utile.
  • Cuccia in plastica: si tratta in pratica di una cesta, ed è una delle soluzioni come cuccia da interno preferite dai proprietari. È comoda per il cane, perché di solito all’interno si mette un cuscino, e poi è molto igienica e semplice da lavare. La dimensione è fissa, per cui bisogna scegliere bene all’inizio, considerando la taglia del cane da adulto ed eventuali altre situazioni, come abbiamo menzionato prima la gravidanza. 
  • Divanetto: Questa tipologia di cuccia da interno è nientemeno che un divanetto, particolarmente comodo per il cane. I divanetti per cani sono costruiti con materiali esterni impermeabili, per cui se il cane si sporca e, quindi, sporca il divanetto, sarà sufficiente lavare l’esterno in modo semplice, piuttosto che lavare tutto (come succede invece per un cuscino messo nella cesta). 
  • Materasso: vale quanto abbiamo detto relativamente al divanetto, solo che essendo di forma diversa è da consigliare soprattutto ai cani di taglia grande, perché non ha il difetto della deformazione. 
  • Brandina pieghevole per cani: rappresenta una soluzione che non è la più comoda quando il cane sta sempre in un posto ma è la migliore se tendiamo a spostarci spesso, specialmente quando il cane è piccolo perché si può piegare e spostare da un posto all’altro permettendo al nostro pet di portare con sé il suo “posto sicuro”.

È importante scegliere la giusta cuccia in base alle esigenze ed allo stile di vita del nostro animale domestico non dimenticando che l’ultima parola è sempre la sua! Se non è di gradimento il cane non la userà!




Condividi:

Nuovi Clienti

La creazione di un account ha molti vantaggi: check-out veloce, salvare più di un indirizzo, tenere traccia degli ordini e altro ancora.