4€ di extrasconto solo per poche ore usa il codice WEND2021-38 con una spesa di almeno 45€

Arricchimento ambientale per gatti

L'arricchimento ambientale: cosa è?

L'arricchimento ambientale è importantissimo quando in casa si ha uno o più gatti, questo perchè un gatto che mantiene un buon benessere fisico e mentale è un gatto che soddisfa i suoi bisogni fisiologici ed etologici.

Perchè è utile e cos'è l'arricchimento ambientale

Quando si parla di arricchimento ambientale si fa riferimento a tanti piccoli accorgimenti e cambiamenti ottenuti con l'aggiunta di uno o più fattori in un ambiente che ne è sprovvisto al fine di migliorare il benessere psicofisico e cognitivo del proprio gatto.

Il gatto domestico che vive in appartamento si trova ad affrontare delle realtà molto diverse da quelle che si verificano in natura e alcune di esse possono dar vita a forme di stress notevole. Lo stress nel gatto è dovuto il più delle volte all'impossibilità di eseguire i comportamenti tipici della sua specie. Quando si verificano cambiamenti nelle condizioni di vita o nel gruppo sociale nel gatto può insorgere uno stato di insicurezza ed ansia e determinare nel tempo uno stress cronico. Questo, quando non gestito può portare all'insorgenza di patologie a carico dell'apparato urinario e comportamentali oltre che all'obesità.

Quindi avere un'accortezza etologica nella gestione degli spazi casalinghi significa rispettare il fabbisogno etologico del nostro gatto.

Le regole fondamentali per l'arricchimento ambientale per i gatti

In natura il gatto è un cacciatore solitario, per questo motivo il suo istitno lo porta a cacciare e a mangiare il più possibile in tranquillità e sicurezza. Questo spiega perchè per lui è così importante vivere in un ambiente noto e con un tessuto sociale stabile, infatti quando un gatto ha un ambiente con un alto indice di predittività il suo atteggiamento diventa molto più sicuro e quindi meno stressato.

Il gatto tendenzialmente scappa dal pericolo e intraprende una lotta solo se è costretto a farlo. Preferisce nascondersi, questo è un comportamento adattativo, e quindi lo fa quando si alzano i valori di soglia di stress e vuole evitare a tutti i costi di scendere allo scontro. Sappiamo che il gatto non ha una struttura sociale rigida e infatti può vivere da solo oppure in colonie se l'ambiente e le risorse di cibo sono sufficienti. Normalmente le femmine tendono a collaborare di più tra loro mentre i maschi sono per la maggiortparte più orientati sulla ricerca del nuovo territorio e a vivere da soli. Quindi fatta luce su questa caratteristica comportamentale del gatto, la condivisione forzata degli spazi domestici potrebbe essere poco piacevole e manifestarsi quando ormai lo scontro tra i vari membri è ineluttabile.

Questa breve descrizione del gatto comune, ci fa capire perchè nell'allestimento di un arricchimento ambientale bisogna fornire un luogo che possa essere percepito dal gatto come sicuro, quindi si ha la necessità di rialzare le cucce o comunque dare degli appoggi il più in alto possibile in cui non sono percepiti troppi rumori o odori molesti. Queste zone rialzate quali mensole e cucce alte hanno la necessità di avere due vie di accesso al fine di permettere al gatto di sfuggire se si sente in pericolo. Ancora l'arricchimento non deve essere isolato in un solo ambiente ma è preferibile che sia distribuito in tutta la casa proprio per evitare che se siamo di fronte ad un unico gatto in casa si possa annoiare, ma se siamo di fronte a più gatti che possano andare in scontro per competizione del territorio.

Per evitare i conflitti vanno aumentati il numero delle lettiere, le ciotole per acqua e cibo, anche sulle mensole rialzate, e tiragraffi sia orizzontali che verticali. Per ogni gatto bisognerebbe aggiungere 1+1 chiave di arricchimento, in modo da dare ad ogni singolo animale la possibilità di scegliere dove poter andare, dove poter bere, dove poter espletare i suoi bisogni e dove poter riposare.

Sempre facendo attenzione a quella che è la natura del gatto va stimolato anche il suo istinto predatorio e di sopravvivenza. Arricchire l'ambiente per soddisfare questa necessità etologica significa aumentare le ciotole, alcune alte ed altre ancora nascoste in modo da evitare che si annoi e far si che faccia attività fisica per cercare il cibo.

Ancora è importante istaurare una routine con il nostro gatto, dedicargli del tempo quotidianamente così da fargli capire l'importanza delle interazioni umane e far si che diventi una abitudine per lui in modo da simulare l'allorubbing, sfegamento uno contro l'altro, per rinforzare i contatti sociali. In aggiunta vanno inseriti degli arricchimenti che possano rispettare la necesittà olfattiva del gatto, quindi tiragraffi sparsi dove poter rilasciare i propri feromoni.

Quante tipologie di arricchimenti esistono

In base a quanto scritto fino ad adesso, possiamo affermare che sono vari i tipi di arricchimento ambientale, sono fondamentalmente tutti atti a rendere più chiara la comunicazine del nostro gatto con noi e con l'ambiente circostante. In ogni caso dobbiamo sempre ricordare che sono tutti volti a soddisfare necessità etologiche del nostro animale. Tutti si basano e si sviluppano sul modo che ha il gatto di comunicare e quindi sfruttano tutti, o quasi, i modi di comunicare che essi hanno.

Abbiamo detto pocanzi che il gatto è un'animale sociale senza una struttura sociale rigida, quando decide di viver in gruppo mette in atto una comunicazione tattile, oltre che olfattiva ed uditiva, quindi il primo arricchimento da dover adoperare è un arricchimento tattile e quindi con la compartecipazione dell'essere umano, bisogna dedicare del tempo al proprio gatto. Accarezzare il proprio gatto sulla testa, sul mento e sulle guance in modo da poter far rilasciare dal gatto sul proprietario gli interferoni e aumentare il legame affiliativo. Istaurato questo si deve dare lui la possibilità di isolarsi ricreandoli dei rifugi, alti o comunque isolati quali scatole, scaffali, tiragraffi e addirittura il trasportino stesso. Bisogna fornire delle zone di riposo, almeno due per gatto. Essenziale è rispettare il naturale comportamento alimentare e quindi come per le zone di riposo, ci devono essere almeno due zone cibo per gatto. L'acqua deve essere sempre a disposizione fresca ed abbondante, in ciotola o con le fontane a riciclo di acqua. La lettiera deve avere dimensioni sufficienti, essere aperta e facilmente lavabile, in un luogo sicuro e tranquillo e lontane dalla zona cibo e dalla zona riposo. Se ci sono più gatti in casa servono un numero di lettiere pari al numero dei gatti presenti più una aggiuntiva.

Il gatto deve poter graffiare e rilasciare i suoi feromoni oltre che lasciare una traccia visiva del suo passaggio che delimiti il suo territorio e quindi per questo motivo diventano importanti i tiragraffi che devono essere posizionati vicino alla zona riposo o nelle zone di passaggio.

Conclusioni del veterinario

Ricordando che l'arricchimento ambientale è importantissimo per prevenire forme varie di stress sul nostro gatto e quindi l'insorgenza di patologie varie, va considerato come una vera e propria terapia atta a mantenere il proprio gatto in salute.

Intesa come terapia va supportata e studiata correttamente e attentamente da un veterinario comportamentalista al fine di poter capire effettivamente cosa crea il malessere e come migliorarlo.

Condividi:

Nuovi Clienti

La creazione di un account ha molti vantaggi: check-out veloce, salvare più di un indirizzo, tenere traccia degli ordini e altro ancora.