Servizio Clienti Il customer support non sarà attivo dall' 8 al 23 agosto. Risponderemo alle mail quanto prima.

Gli ordini saranno evasi regolarmente. Gli ordini pagati con bonifico potrebbero subire qualche giorno di ritardo.

Ragdoll

Il Ragdoll è una razza felina dalle dubbie origini. Pare che nel 1965, l’allevatrice americana Ann Baker rinvenne nel suo allevamento dei cuccioli curiosi, diversi da tutti gli altri, dei gattini di Ragdoll.

La donna pensò che i nuovi esemplari fossero il risultato dell’incrocio tra un gatta bianca tipo Angora e un gatto di origine sconosciuta. I successivi incroci con Persiani, Birmani e Burmesi condussero alla selezione del Ragdoll, una razza felina che trae il nome proprio dall’attitudine dei suoi esemplari a rilassarsi completamente una volta presi in braccio (da qui “bambola di pezza”).

ragdoll

RAGDOLL CARATTERE E COMPORTAMENTO

Il Ragdoll è un gatto giocherellone e affettuoso. Il suo legame con il padrone è profondo a tal punto da portarlo a soffrire per la sua mancanza e ad adattarsi ai cambiamenti d’ambiente pur di stargli accanto. Dato il carattere estremamente sensibile, il Ragdoll è un gatto che deve vivere in casa (se vivesse in giardino non saprebbe contendersi il territorio con gli altri gatti e quindi rischierebbe di diventare una facile preda). Il suo carattere dolcissimo lo rende incredibilmente adatto anche per la pet therapy (l’interazione uomo-animale utilizzata per scopi terapeutici). 

RAGDOLL CUCCIOLO

Il cucciolo di Ragdoll concede affetto a piene zampe. Il piccolo felino a tre mesi inizia ad avere un carattere già formato che difficilmente potrà essere modificato. In questo senso è importante far crescere il cucciolo a contatto con l’uomo: l’interazione è la chiave per creare una convivenza domestica armoniosa. 

Se il cucciolo di Ragdoll si abitua alle abitudini e alla presenza umana diventa un perfetto micio da compagnia, un amico a quattro zampe socievole e sensibile.

RAGDOLL ALIMENTAZIONE

Per calibrare al meglio l’alimentazione del Ragdoll è necessario tener presente che la razza ha un lento accrescimento: impiega 2 o 3 anni per raggiungere il completo sviluppo. Se per gli esemplari delle altre razze quel momento è il principio dell’età adulta, per gli esemplari di Ragdoll rappresenta ancora una primissima fase. È necessario trovare quindi il giusto mix di nutrienti per non rischiare l’insorgenza di disturbi e patologie come l’affaticamento di fegato e intestino o l’obesità. La razza felina è conosciuta soprattutto per la voracità, un’insaziabilità che conduce i gatti Radgoll verso l’obesità. Le dosi vanno gestite in base al peso e alla fase di crescita in cui si trova l’esemplare, suddividendo magari il pasto previsto in più razioni giornaliere allo scopo di consentire un migliore assorbimento del cibo.

TOELETTATURA E IGIENE

Il lungo pelo del Ragdoll necessita di regolari spazzolature (almeno 2 volte alla settimana) effettuate con un pettine con denti a doppio lato (lato stretto e lato largo). Chiaramente nel periodo della muta l’azione di toelettatura deve intensificarsi al fine di eliminare il pelo in eccesso ed evitare la formazione dei nodi e l’ingestione di boli di pelo (a tal proposito è indicato somministrargli abitualmente dei prodotti in grado di regolare l’intestino). Il bagnetto è possibile invece limitarlo al periodo estivo.

In termini di igiene è indispensabile mantenere pulita anche la lettiera. Il Ragdoll infatti, essendo un gatto molto pulito, non sopporta le lettiere sporche e gli odori sgradevoli. 

Richiedono particolari attenzioni anche la pulizia delle orecchie e degli occhi.

SALUTE, CONTROLLI E VACCINAZIONI

Dal punto di vista genetico, le più frequenti patologie nel Ragdoll sono legate all’ingerimento del pelo (tipico dei gatti a pelo lungo) e alla voracità (causa molto spesso dell’obesità).

Il linea generale, il Ragdoll è un gatto che non riscontra particolari problematiche. Nonostante ciò non è possibile trascurare il programma vaccinale contro le diverse forme infettive, respiratorie e virali (herpesvirus, calicivirus, gastroenterite virale, leucemia felina e rinotracheite).

Per garantire al gatto Ragdoll una vita sana e felice è necessario continuare a vaccinarlo con regolari richiami (diversamente, il sistema immunitario del felino potrebbe non essere in grado di proteggerlo da malattie gravi).

RAGDOLL STANDARD

  • Testa La testa deve essere a cuneo e di media grandezza.
  • Occhi Gli occhi devono essere ovali, grandi, appena obliqui e di un blu intenso.
  • Orecchie Le orecchie devono essere larghe alla base, ben distanziate, arrotondate in punta e mediamente pelose.
  • Corpo Il corpo deve presentare un’ossatura imponente e lunga, muscolatura potente, petto ampio e bacino largo quanto le spalle. 
  • Coda La coda deve essere lunga, leggermente affusolata sulla punta e coperta di un folto mantello.
  • Arti Le zampe devono essere di medie dimensioni e con un’ossatura medio-robusta. Quelle posteriori sono più alte delle anteriori. I piedi sono compatti e tondi, con ciuffi di pelo tra le dita.
  • Mantello e colore Il pelo deve essere medio lungo, fitto, soffice e lanoso.  Sono ammesse tre varietà: Mitted, Bicolour o Colourpoint. Sono ammessi i colori: Seal, Blue, Chocolate, Lilac Red, Cream; Seal, Blue, Chocolate, Lilac Tortie; Seal, Blue, Chocolate, Lilac, Red, Cream Tabby, Seal, Blue, Chocolate, Lilac Tortie Tabby.

 

Condividi: