Sei al tuo primo ordine su Bauzaar? Ottieni lo sconto del 10% su tutto. Registrati ed usa il codice 10BZR. Nessuna spesa minima richiesta.

Quali sono gli snack o premietti per cani migliori per l’addestramento e l’educazione?

Addestramento per cani: quali sono gli snack o premietti ideali?

Lo snack per cani è disponibile in diversi formati come bastoncini, strisce, biscotti, ossi. Sono una giusta ricompensa per i nostri amici pelosi. Gli snack si utilizzano principalmente per educare e premiare i nostri animali quando compiono una giusta azione e quindi quando rispondono correttamente a un comando richiesto.

Come scegliere gli snack per cani adatti per educarli?

Una delle domande più frequenti dei proprietari a noi veterinari è: "Possiamo dare degli snack? Quali?"

I premi non sono da considerarsi spuntini fuori pasto o supplementi alimentari. Questi ultimi, anzi, vanno evitati. I premi servono invece per far comprendere al nostro cucciolo che siamo contenti di ciò che ha fatto, impostando così un equilibrato rapporto cane-proprietario. Per premiare il cucciolo ci sono diversi modi. Una carezza, un complimento, un giocattolo e infine il premio più ambito: un gustoso bocconcino.

Data la sua efficacia, il premio alimentare viene adottato come importante strumento nell’addestramento e nell’educazione del cane e deve essere elargito in modo che il cane capisca la sostanziale differenza tra l’azione positiva (fare qualcosa di gradito) e il comportamento scorretto.

Come far capire al cane che lo snack è un premio per un giusto comportamento?

Gli snack sono studiati appositamente per integrare la dieta del cane e del gatto, aiutando i proprietari a premiarli durante l’addestramento o semplicemente a concedergli un break sfizioso. In commercio sono disponibili molti formati, che si differenziano in base alla forma, alle dimensioni, agli ingredienti e persino alla funzione.

Per quanto riguarda l’aspetto, possiamo distinguerli principalmente in biscotti, stick, ossi e piccoli bocconcini. Oltre a questi snack classici, troviamo anche altri prodotti, appositamente studiati per favorire la pulizia dei denti, grazie alla loro superficie abbastanza rigida ed irregolare.

Come si riconoscono gli snack salutari per cani?

Gli ingredienti rappresentano uno dei principali elementi da tenere in considerazione nella scelta dello snack più adatto per il nostro amico. Infatti, la maggior parte di questi prodotti si presenta a tutti gli effetti come un alimento completo, ricco di tutte le sostanze nutritive necessarie all’animale, ma soprattutto di calorie.

È proprio a questo che dobbiamo prestare attenzione. Se scegliamo di destinare lo snack all’addestramento del cane, dovremo utilizzarne un bel po’ al giorno, sbilanciando completamente la dieta del nostro animale. Al tempo stesso, se il nostro amico a quattro zampe è obeso o soffre di particolari problemi di salute, potremo comprometterne ancora di più le condizioni.

Per questo motivo, sono disponibili snack realizzati con ingredienti molto variegati. Troviamo, ad esempio, alcuni prodotti ipocalorici studiati appositamente per non arricchire ulteriormente la dieta dell’animale in sovrappeso. Al tempo stesso, possiamo acquistare snack poveri di zuccheri, a base di cereali integrali, studiati appositamente per l’animale diabetico. Alcuni snack, inoltre, sono integrati con alcune sostanze essenziali per l’animale, come vitamine, Sali minerali o acidi grassi Omega-3, per migliorare il benessere e la salute del cane e del gatto. Nell'ultimo periodo sono stati realizzati anche ottimi snack a base di ingredienti monoproteici o nutraceutici, specifici per le allergie e le intolleranze alimentari.

I problemi sono molti, così come le soluzioni messe a punto dalle aziende produttrici.

Come premiare con lo snack?

Il bocconcino va somministrato in modo appropriato: deve essere dato sempre dopo l’esecuzione corretta di un nostro comando (seduto, a terra, ecc. ecc.). Deve essere un alimento molto appetibile, ma diverso da quello dato abitualmente per pasto. Inoltre, non deve mai essere gettato o posato a terra ma deve essere offerto direttamente con le mani, facendo in modo che il cucciolo impari a prenderlo con delicatezza.

Infine, non bisogna eccedere con le dosi: un bocconcino alla volta durante la seduta di addestramento ogni qual volta l’esecuzione è corretta e un compenso più generoso (non più di tre o quattro) alla fine della seduta o quando il cucciolo riesce ad eseguire un’azione particolarmente impegnativa.

In commercio esistono alimenti appositi (piccoli snacks, croccantini o biscotti) particolarmente appetibili da usare come premi. Attenzione: gli snacks devono essere di qualità, poiché sono molto calorici, e non sono da considerarsi alimenti sostitutivi del pasto. Tra gli alimenti “umani” possiamo dare piccoli pezzi di pane secco o pezzettini di frutta, per esempio di mela, se il cucciolo la gradisce.

Quasi tutti i proprietari di cani e gatti hanno in casa ampie scorte di premi per i propri amici a quattro zampe. Questi vengono venduti in molte formulazioni, dai classici biscotti a bocconcini e stick. In realtà spesso tendiamo ad esagerare con questi prodotti, concedendoli ai nostri animali anche al di fuori dai dosaggi regolari. Ecco allora come orientarci nella scelta e come utilizzarli al meglio.

I consigli del veterinario

Alcuni consigli del veterinario da seguire:

  • Evitiamo di concedere troppi snack al giorno, ma atteniamoci alla dieta del nostro animale e alle indicazioni riportate sulla confezione del prodotto;
  • Utilizziamo lo snack solo quando necessario;
  • Scegliamo uno snack specifico per il nostro scopo;
  • Proviamo ad alternare gli snack premio con il normale alimento del nostro animale, scalandolo dalla sua razione giornaliera;
  • Se l’animale le gradisce, scegliamo dei pezzi di frutta e verdura da alternare con i classici snack;
  • Ricordiamoci che lo snack non è l’unico premio concesso, ma che i nostri amici possono trovare altrettanto piacevole qualche minuto di gioco o delle carezze;
  • Non concediamo al nostro animale uno snack controindicato per i suoi problemi di salute;
  • Lasciamo gli snack più grandi (biscotti e ossi di bufalo) come premio isolato, scegliendo quelli piccoli e poco calorici per l’utilizzo più frequente (addestramento);
  • Integriamo gli snack che “spazzolano” i denti con un bel lavaggio manuale.

Forse non tutti lo sanno, ma alcuni cani possono sviluppare una dipendenza dagli snack premio. Gli animali più furbi o più schematici, potranno eseguire il comando da noi richiesto solo ed esclusivamente se gli mostriamo il premio che riceveranno. Per questo motivo è importante alternare gli snack premio con il gioco, le carezze e i complimenti, già nelle prime fasi dell’addestramento.

Infine, un aspetto che purtroppo la maggior parte dei proprietari tende ad ignorare è che gli snack sono concepiti per premiare l’animale, eventualmente apportando anche alcuni benefici. Molto spesso, invece, tendiamo a concederli anche senza alcuna ragione apparente, per il semplice piacere di vedere il nostro amico grato e soddisfatto. È così che l’ago della bilancia si sposta sempre di più, e i problemi di salute cominciano ad attenderci dietro l’angolo.

Condividi:

Nuovi Clienti

La creazione di un account ha molti vantaggi: check-out veloce, salvare più di un indirizzo, tenere traccia degli ordini e altro ancora.