Sei al tuo primo ordine su Bauzaar? Ottieni lo sconto del 10% su tutto. Registrati ed usa il codice 10BZR. Nessuna spesa minima richiesta.

Gatto con il vomito: cause e possibili cure

Di fronte al comune problema del gatto con il vomito bisogna da un lato evitare inutili allarmismi e dall'altro andare a fondo per capirne le cause senza perdere troppo tempo. In gran parte dei casi, soprattutto se la frequenza di episodi simili non risulta molto alta, si tratta di un fenomeno dovuto alla naturale esigenza dell'animale di espellere il pelo ingerito involontariamente. Durante le normali operazioni di pulizia che il micio domestico svolge in totale autonomia con estrema cura e precisione in diversi momenti della giornata, Ë fisiologico che parti di mantello finiscano nello stomaco passando per il palato.

Gatto con il vomito: cosa fare?

Proprio per ovviare a simili situazioni, esistono in commercio oggi ottimi mangimi adatti a favorire una corretta digestione e ad evitare sul nascere la formazione di palle di pelame altrimenti destinate a rimanere all'interno dell'organismo con fastidiose conseguenze. Assai efficaci, allo stesso scopo, si possono rivelare prodotti medicali di uso comune come le pomate commestibili, alimenti complementari in pasta appetibile concepiti per regolare al meglio le funzioni intestinali in presenza di alterazioni più o meno tangibili. Qualora le cause siano invece addebitabili ad altri fattori, si rende necessaria la visita dal veterinario al quale spetterà il compito di effettuare una diagnosi precisa e approfondita con le relative indicazioni di cura da seguire.

Gatto con il vomito, attenzione ai sintomi!

Il livello di gravità del problema varia a seconda dei sintomi connessi al fenomeno del rigurgito e dei conati ripetuti: nei casi peggiori, si arriva a riscontrare patologie in stato più o meno avanzato. Risulta fondamentale, a tal fine, l'osservazione non superficiale del quadro sintomatico che accompagna il fenomeno, se possibile in una fase precedente al controllo in clinica veterinaria. In presenza di disidratazione e stati di debolezza piuttosto evidenti, il ricovero dovrà essere effettuato con la massima urgenza, sussistendo un concreto rischio di intossicazione o avvelenamento. Decisivo, come sempre, Ë il ruolo del proprietario del gatto al quale spetta il preciso compito di ricostruire con precisione le condizioni dell'animale prima e durante il manifestarsi del problema.

Quando e perchè portare dal veretinario il gatto con il vomito

Soltanto avendo piena consapevolezza del tipo di alimenti somministrati, degli eventuali contatti con sostanze e oggetti potenzialmente pericolosi e di quasiasi altra circostanza, si riuscir‡ infatti a intervenire in tempo e con la dovuta efficacia. Va inoltre precisato, a scanso di equivoci, che tutti i nostri amici felini di casa hanno bisogno periodicamente di espellere succhi gastrici per ripulire l'organismo da scorie e residui accumulati in maniera fisiologica. Quindi, niente paura se Felix ogni tanto vomita, anche solo pelo e saliva! Molto utile, in questa chiave, Ë l'erba gatta da piantare in giardino o su un vaso del balcone: sostituirà le piante curative che in natura i mici cresciuti all'aperto cercano come digestivo e medicinale purificante "pronto uso".

 

Condividi:

Nuovi Clienti

La creazione di un account ha molti vantaggi: check-out veloce, salvare più di un indirizzo, tenere traccia degli ordini e altro ancora.