Servizio Clienti Il customer support non sarà attivo dall' 8 al 23 agosto. Risponderemo alle mail quanto prima.

Gli ordini saranno evasi regolarmente. Gli ordini pagati con bonifico potrebbero subire qualche giorno di ritardo.

Certosino

La storia del Certosino è avvolta da un alone di mistero, tanto quanto lo è l’origine del suo nome. Il suo mantello spesso, folto e leggermente lanoso sembrerebbe confermare l’ipotesi che lo vedrebbe nativo delle zone montuose Siriane.

Per qualcuno, vista l’assonanza del nome, il Certosino sarebbe proprio quel felino che i frati Certosini scelsero per tenere alla larga i topi dalle biblioteche delle abbazie; per qualcun altro, il nome del felino risulterebbe semplicemente collegabile alla natura particolare del manto tanto simile alla pregiata lana “Pile de Chartreux”.

certosino

Negli anni ‘30 si registrò la presenza di alcuni esemplari di Certosino in Francia ad opera delle sorelle Leger che, di ritorno da un viaggio a Belle-Île Sur Mer in Gran Bretagna, iniziarono ad allevare i robusti felini da cui erano state conquistate. Il programma di allevamento e selezione del gatto Certosino riscosse un successo tale da permetterne il riconoscimento ufficiale nel 1939.

Nel secondo dopoguerra la razza felina rischiò l’estinzione a causa degli incroci con i British Shorthair blu, voluti per migliorare il Certosino e sopperire alla crisi di esemplari. Nel 1977, le numerose proteste degli allevatori condussero alla nuova ufficializzazione di quella razza fiera, intelligente e indipendente: il gatto Certosino.

CERTOSINO CARATTERE E COMPORTAMENTO

Il Certosino è un gatto cordiale, calmo ed equilibrato. Il felino si affeziona all’amico umano che sceglie e ama stare in sua compagnia, senza risultare mai invadente o inopportuno. Nonostante la razza felina abbia conservato l’innato istinto del cacciatori, i suoi esemplari si sono adattati perfettamente alla vita domestica e alla compagnia (soprattutto di persone anziane e single). 

A dispetto del comportamento abbastanza riservato, all’aperto il Certosino si dimostra un gatto in grado di farsi rispettare dagli altri felini, cacciare e cavarsela in ogni situazione.

CERTOSINO CUCCIOLO

Il cucciolo di Certosino si presenta come un micio robusto, muscoloso, ben proporzionato e meno asciutto della maggior parte degli altri felini: la testa è grande, le orecchie hanno punte leggermente arrotondate, il colore degli occhi varia dal rame all'arancio, la coda è lunga e robusta, il pelo fitto e lanoso va dal grigio-blu al grigio-antracite sino al grigio chiaro.

Molto spesso, il Certosino viene confuso con il comune gatto grigio. In realtà, il colore grigio-blu del mantello, il corpo robusto, la profondità degli occhi color oro e la fiera testa tonda rappresentano quei tratti distintivi capaci di differenziare il gatto Certosino dagli esemplari di altre razze somiglianti quali Blu di Russia, Korat, British Shorthair ed Europeo. Il Certosino è un gatto pregiato e costoso. Il prezzo di un cucciolo può variare da 800-900 euro a 1300-1400 euro. Per evitare di incappare in truffe o raggiri, sarebbe indicato scegliere tra uno degli allevamenti riconosciuti e indicati dall’ANFI (Associazione Nazionale Felina Italiana).

CERTOSINO ALIMENTAZIONE

L’alimentazione del Certosino deve essere strettamente legata all’attività fisica svolta dell’esemplare. La tipica voracità degli esemplari della razza rischia di pregiudicarne lo stato di salute. È indispensabile trovare la giusta combinazione tra principi nutritivi e razioni giornaliere. In tal senso, l’alimentazione del Certosino deve essere ricca di proteine e grassi (utili al rafforzamento dell’apparato muscolo-scheletrico), povera di zuccheri e fibre, e integrata con taurina, arginina, acido arachidonico, niacina e vitamina B6.

Come tutti i predatori, i felini domestici hanno bisogno di consumare molti pasti brevi nell’arco della giornata, senza razioni esagerate. In ogni caso è consigliabile dosare le porzioni in virtù del fabbisogno nutrizionale richiesto da ogni singola fase di vita dell’animale: gravidanza, lattazione, crescita, sterilizzazione e simili.

TOELETTATURA E IGIENE

La cura dell’igiene del Certosino non richiede molte attenzioni: gli esemplari presentano un manto corto e un’elevata capacità di autopulizia. È indispensabile abituare il gatto Certosino a spazzolate settimanali allo scopo di rimuovere l’eventuale pelo morto o in eccesso (soprattutto durante la muta stagionale) ed evitarne l’infeltrimento e/o la formazione di accumuli di pelo (il gatto potrebbe ingerirli in fase di auto-toelettatura). 

SALUTE, CONTROLLI E VACCINI

Dal punto di vista genetico, le patologie più comuni nel Certosino sono: lussazione rotulea mediale, displasia dell’anca, rene policistico e calcoli di struvite nelle vie urinarie.

Il checkup dal veterinario curante, i vaccini e i relativi richiami (gastroenterite virale, rinotracheite infettiva, calicivirus, leucemia infettiva e simili) restituiscono al felino la possibilità di raggiungere in condizioni ottimali l’età media stimata di circa 15 anni.

CERTOSINO STANDARD

  • Testa La testa  deve avere la base larga e il cranio ben sviluppato, non deve essere sporgente e deve presentare uno spazio stretto e piatto tra le orecchie. Le guance tondeggianti conferiscono alla testa la forma di un trapezio.
  • Occhi Gli occhi devono essere ben distanziati, grandi e leggermente ovali.
  • Orecchie Le orecchie devono essere di medie dimensioni e con punte arrotondate.
  • Corpo Il corpo deve essere robusto, molto muscoloso e ben proporzionato.
  • Coda La coda deve essere di media lunghezza, spessa alla base, sottile all’estremità e con punta arrotondata.
  • Arti Le zampe devono essere dritte, di media lunghezza e con piedi grandi.
  • Mantello e colore Il mantello deve essere lucente, folto, leggermente lanoso e fitto. Sono ammesse tutte le sfumature del blu, dal grigio-azzurro pallido a un più profondo grigio-blu. L’uniformità del colore è condizione essenziale.

 

Condividi: