Viaggiare con il cane

viaggiare con il cane

Avere come compagno di vita un cagnolino è una bellissima cosa e anche una scelta molto importante, che richiede molti sacrifici ma che sa ripagarci con grandi soddisfazioni. Non si può negare che il tema dei viaggi quando si possiedono dei cani sia particolarmente ostico, soprattutto quando non si ha una persona di fiducia a cui lasciarli. La soluzione migliore è sempre quella di portare i cani con noi in modo da non dover rinunciare alla loro compagnia e non dover privare loro della nostra. In fondo quando viaggiamo per andare in vacanza ci troviamo in uno dei periodi dell'anno più belli e rilassanti, perché non dovremmo condividerli con il nostro più fedele e caro amico? Per fortuna rispetto al passato la sensibilizzazione e le iniziative su questo argomento sono ampiamente migliorate, anche al fine di scoraggiare l'abbandono, e oggi è possibile viaggiare quasi ovunque con il proprio cane accanto. In base al mezzo di trasporto che sceglieremo per il nostro viaggio sono presenti delle regole precise da rispettare per la sicurezza del nostro cane e di chi gli sta intorno. In linea generale, prima di partire è sempre meglio consultare il veterinario e verificare la correttezza delle vaccinazioni; inoltre è opportuno comunicargli la nostra destinazione, in modo da effettuare eventuali vaccini aggiuntivi o acquistare farmaci per le emergenze.

 

Come viaggiare in treno con il cane

Viaggiare in treno con il cane è moto più comodo ed economico di quanto sembri, basterà rispettare delle regole molto semplici di comportamento prima e dopo essere saliti sul mezzo. Prima di ogni cosa bisogna verificare che tutti i documenti necessari siano presenti: il certificato di iscrizione all’anagrafe canina  e il libretto sanitario, in alternativa si può esibire, per i cani stranieri, il passaporto del cane. I cani di piccola taglia possono viaggiare gratis in prima e seconda classe e devono essere trasportati all'interno di un'apposita borsa di dimensioni massime di 70x30x50 cm. Prestate però attenzione al fatto che su Trenitalia è possibile portare un solo trasportino per ogni viaggiatore. Per i cani di grossa taglia la situazione è leggermente diversa: possono infatti anche loro essere trasportati su tutti i treni in prima e in secondo classe con la sola eccezione dei treni regionali nei giorni feriali (lunedì-venerdiì) nella fascia oraria dalle 7 alle 9 del mattino. I cani devono essere tenuti rigorosamente al guinzaglio e muniti di museruola. Il trasporto per i cani grandi richiede il pagamento di un biglietto anche per l'animale che corrisponde al 50% del costo del biglietto per il treno utilizzato. Molto importante da tenere a mente è il fatto che i biglietti per il cane vanno esclusivamente fatti in biglietteria o presso le agenzie di viaggio, perché le macchinette automatiche che potete trovare in stazione non sono abilitate. Anche viaggiare su Italo permette di portare con noi il nostro cane, ma è necessario indicarlo già nella prenotazione oppure aggiungerlo successivamente almeno due ore prima della partenza del treno. I cani guida di qualsiasi taglia viaggiano sempre gratis su tutti i treni.

 

Come viaggiare in aereo con il cane

Se il viaggio che ci aspetta necessita di un trasporto via aereo la cosa migliore da fare è consultare preventivamente le regole previste dalle compagnie aeree prima di acquistare il biglietto. Le indicazioni qui riportate infatti sono di carattere generale e possono variare a seconda delle politiche delle compagnie: effettuate sempre ricerche precise per evitare brutte sorprese in aeroporto. Dopo aver verificato se per il vostro volo sono ammessi animali è bene sapere che per i cani di piccola taglia il trasporto è molto agevole e l'animale può essere portato con voi in stiva all'interno del suo portantino. In genere i massimi pesi degli animali trasportabili in cabina variano da 6 kg a 10 kg a seconda della compagnia e devono essere inseriti con il loro trasportino sotto il sedile del passeggero o di fronte. Bisogna prestare attenzione al fatto che il peso massimo indicato comprende il trasportino, l'animale e il cibo che si trova all'interno, quindi, se vogliamo portare qualche bocconcino o crocchetta per tranquillizzare il cagnolino durante il viaggio è meglio inserirlo nel bagaglio a mano. Per i cani che superano il peso e le dimensioni massime per il trasporto in cabina è necessario ricorrere al trasporto in stiva. Per quanto questo sia possibile su moltissimi aerei riflettiamo sempre bene se sia un viaggio assolutamente necessario per il nostro amico: si tratta infatti di un'esperienza stressante di cui a volte è meglio fare a meno. Il cane caricato in stiva deve essere contenuto in un trasportino di dimensioni contenute e che permetta all'animale di muoversi ma senza un eccesso di spazio. Un eccessivo spazio potrebbe causare urti violenti contro le pareti in caso di turbolenze. Le dimensione dei kennel consentiti varia molto a seconda delle compagnie aeree.

 

I migliori trasportini per i cani

I trasportini migliori per i cani variano molto in base all'utilizzo che dobbiamo farne. Per i cani di piccola taglia di può scegliere tra trasportini rigidi o semirigidi di varie dimensioni. Prima dell'acquisto bisogna sempre valutare che la dimensione scelta consenta al cane di muoversi liberamente all'interno, ma senza essere eccessivamente grande. Provvedete sempre ad introdurre all'interno un'imbottitura morbida che permetta un viaggio confortevole al cagnolino. Per i viaggi in aereo il trasportino è necessario anche per i cani di taglia grande e in ogni caso è consigliato anche per il trasporto in automobile. Inserire il cane nel baule senza il portantino lo espone a rischi maggiori ed eventuali infortuni in caso di incidente. Inoltre è importante ricordare ai possessori di cani di razze classificate come "pericolose" che nel caso si verifichi un incidente stradale e il cane si trovi nel baule senza portantino la polizia stradale potrebbe abbatterlo per l'eventualità che lo stress dell'incidente l'abbia reso aggressivo. Dotarlo di un trasportino è una precauzione importante per la sua vita.

 

Calmanti per il cane per affrentare il viaggio

Qualsiasi sia la modalità di viaggio che abbiamo scelto dobbiamo mettere in conto che per il nostro cane si tratta in ogni caso di un evento stressante e gli esemplari particolarmente sensibili potrebbero risentirne. Per limitare il più possibile il disagio del nostro amico possiamo pensare di somministrargli dei leggeri calmanti naturali come gli estratti di valeriana, di camomilla o di passiflora. In caso sia necessario somministrare qualcosa di più potente è meglio consultare il proprio veterinario.

Condividi: