10% di sconto al primo ordine Registrati ed usa il codice 10BZR. Nessuna spesa minima richiesta.

Setter

La razza canina Setter è stata selezionata probabilmente intorno al XIII secolo in Inghilterra. Gli allevatori locali e gli appassionati ricercavano un cane “da ferma” per la selvaggina da penna: il compito di questi esemplari doveva essere quello di individuare la preda, attuare una ferma statuaria e avvicinarsi rasente al suolo, permettendo così la cattura della selvaggina da parte del falcone oppure dei lanciatori di rete. Il nome stesso della razza canina deriva da questo particolare metodo di caccia: "to set" ovvero "star fermi", "puntare". 

Le origini della razza restano alquanto incerte: se per qualcuno avrebbe origini comuni con gli Spaniel, per altri i natali del Setter andrebbero ricercati nei Paesi Bassi, in Germania e in Francia.

La certezza è che la razza fu selezionata, sviluppata e promossa in Inghilterra da allevatori intenti a migliorare le caratteristiche degli esemplari, finendo in questo modo per decretare involontariamente quattro varietà diverse: Setter Inglese, Setter Scozzese (o Setter Gordon), Setter Irlandese Rosso e Setter Irlandese Rosso-Bianco.

Il Setter Inglese fu selezionato ad opera di Edward Laverack, un uomo che setacciò l’intero Paese alla ricerca dei migliori esemplari dal mantello “Blu Belton” cioè con quella macchiettatura o trotinatura caratteristica del mantello del Setter Inglese. 

Il Setter Scozzese o Setter Gordon fu selezionato ad opera del duca Alexander IV di Gordon Castle con l’intento di ottenere un cane rustico e abile nella caccia della pernice scozzese. La variante scozzese (dotata di mantello nero focato con possibile macchia bianca sul petto) fu il frutto dell’incrocio tra Setter locali, Setter Inglesi e Setter Irlandesi. 

Il Setter Irlandese Rosso appare come il capostipite delle varianti dei Setter britannici. Anche se il mantello unicolore si manifestava meno frequentemente, gli esemplari furono ufficializzati nello standard di razza nel 1885, anno in cui fu “offuscato” il manto bicolore del Setter Irlandese Rosso-Bianco (che in ogni caso rivide nuova vita intorno agli anni ‘20). Nonostante le diverse varietà, il Setter appare oggi come un cane caratterizzato da taglia media, pulito nelle linee, distinto nell’aspetto e nell’andatura.

CARATTERE E COMPORTAMENTO

Il Setter Inglese ha un carattere allegro, vivace e dolce. La variante canina inglese è attiva e amante del divertimento: non è adatta ai proprietari inattivi. Il Setter Inglese necessita di molto esercizio fisico, di vita all’aria aperta e per questo risulta molto impegnativo in termini di esercizio fisico e di toelettatura.

Il Setter Scozzese o Setter Gordon è un cane tranquillo, educato e obbediente.  Gli esemplari della variante canina si affezionano alla famiglia a tal punto da trasformarsi in cani da guardia vigili e attenti. 

Il Setter Irlandese Rosso è un cane atletico, energico, intelligente e premuroso. La variante canina è caratterizzata da una struttura fisica armoniosa nelle forme e dall’espressione dolce.

Il Setter Irlandese Rosso-Bianco è un cane sveglio, amichevole, coraggioso e facile da educare. Nonostante sia stato selezionato per la caccia in pianura, la variante canina si è qualificata come una gradevole compagnia casalinga.

SETTER CUCCIOLO

Per adottare un cucciolo di Setter bisogna cercare un  buon allevamento: il cucciolo infatti deve essere consegnato dopo il 65° giorno di vita, deve essere svezzato e deve possedere con il libretto sanitario.

Le caratteristiche fisiche e le propensioni naturali dell’esemplare variano a seconda del tipo di Setter. In questo senso è consigliabile prima di tutto prendere coscienza della mansione che l’amico a quattro zampe dovrà svolgere (andare a caccia, partecipare alle esposizioni, essere un buon amico a quattro zampe, eccetera). A variare è anche il costo dell’esemplare che si intende adottare: per esempio, il prezzo di un cucciolo di Setter Inglese può variare dai 400 ai 600 euro.

SETTER ALIMENTAZIONE

L’alimentazione del Setter deve essere ricca e calibrata (soprattutto nei primi mesi di vita) a tal punto da bilanciare tutti i principi nutritivi necessari allo sviluppo e al benessere psicofisico dell’animale. Un nutrimento di questo tipo, soprattutto se basato sui mangimi industriali, garantisce un’elevata densità energetica, un equilibrato apporto di fonti proteiche, un elevato tenore lipidico e un equo contributo di fibre. Una corretta alimentazione contribuirà al mantenimento della vitalità, delle doti atletiche e della salute digestiva dell’animale.

TOELETTATURE E IGIENE

Il pelo del Setter richiede notevoli cure. Innanzitutto, essendo un cane che ama la vita all’aperto, è predisposto al rastrellamento di polvere, sporco e spighette che spuntano soprattutto nei periodi caldi. Il pericolo incombente è che l’infiltrazione di tali residui all’interno del pelo possa provocare una serie di problemi di salute.

Per salvaguardare la salute del cane è consigliabile spazzolare quotidianamente il mantello ed effettuare un taglio frequente delle frange del pelo, soprattutto a ridosso di zampe, ano, ventre e parte bassa delle orecchie. Abituando sin da cucciolo l’esemplare di Setter alla toelettatura sarà possibile evitare l’insorgenza di eventuali problemi e stabilire di volta in volta lo stato di salute generale di zampe, muscoli e articolazioni. 

SALUTE, CONTROLLI E VACCINI

Dal punto di vista genetico, le patologie più comuni nel Setter sono: displasia dell’anca, oculopatie (in particolare atrofia progressiva della retina) e problemi alle orecchie (sordità compresa). Solo le visite periodiche al veterinario curante potranno evidenziare la presenza di tali malattie e quindi migliorare la qualità di vita dell’animale.

Per evitare che l’animale contragga una malattia di tipo virale o infettivo è indicato sottoporlo alle classiche vaccinazioni, con relativi richiami periodici, contro cimurro, epatite infettiva virale, parvovirosi, rabbia e leptospirosi. Al Setter occorre anche un’alta protezione contro le malattie parassitarie causate dalla puntura di parassiti come filariosi, leishmaniosi e morbo di Lyme. 

Standard Setter Inglese
  • Testa La testa, portata alta, deve essere lunga e asciutta, senza alcuna esagerazione.
  • Occhi Gli occhi devono essere brillanti, dolci ed espressivi. Il colore va dal nocciola al marrone scuro. L’occhio deve essere di forma ovale e non sporgente.
  • Orecchie Le orecchie sono di media lunghezza, attaccate basse e pendono contro le guance con pieghe ben delineate. L’estremità è vellutata e la parte superiore è dotata di un pelo fine e setoso.
  • Bocca Le mascelle devono essere forti e regolari, con una perfetta chiusura a forbice. Le labbra non devono essere troppo pendule.
  • Collo Il collo deve essere abbastanza lungo, muscoloso e asciutto, leggermente arcuato superiormente. Verso la spalla è più largo e molto muscoloso. Non ha mai giogaia né pelle rilassata alla gola.
  • Corpo Il corpo deve avere una lunghezza moderata, con un dorso corto ed orizzontale, reni ampie, leggermente arcuate, forti e muscolose.
  • Coda La coda deve essere di lunghezza media, non deve superare il garretto e deve essere leggermente incurvata o a scimitarra, ma senza la tendenza a girare verso l’alto. La “bandiera” deve pendere in lunghe frange.
  • Arti anteriori Gli arti anteriori devono essere appiombi normali sia visti di profilo che di fronte. La lunghezza dell’arto anteriore da terra al gomito è inferiore alla lunghezza misurata al gomito al garrese.
  • Arti posteriori Gli arti posteriori devono essere molto muscolosi, compreso le gambe; sono lunghi dal bacino al garretto.
  • Piedi I piedi devono essere provvisti di buoni cuscinetti, saldi, con dita ben arcuare e chiuse, protette dal pelo che cresce negli spazi interdigitali.
  • Mantello e colore Il pelo, a partire dalla regione posteriore della testa a livello delle orecchie, deve essere leggermente ondulato ma non arricciato, lungo e setoso. Le culottes e gli arti anteriori devono essere ben forniti di frange fino ai piedi. I colori ammessi sono bianco e nero, bianco e arancio, bianco e limone, bianco e fegato o tricolore.
  • Taglia L’altezza al garrese per i maschi varia dai 65 cm ai 68 cm mentre per le femmine va dai 61 cm ai 65 cm.
Standard Setter Scozzese o Setter Gordon
  • Testa La testa deve essere più alta che larga, con un muso più corto della lunghezza del cranio, perché la distanza dall’occipite allo stop deve essere maggiore di quella dallo stop al tartufo.
  • Occhi Gli occhi non devono essere né tropo infossati né troppo prominenti, ma posti sufficientemente sotto le sopracciglia; hanno un’espressione vivace e intelligente e devono essere di colore marrone scuro e brillante.
  • Orecchie Le orecchie sono di taglia media e sottili; attaccate basse e poste contro la testa.
  • Bocca Le mascelle sono forti e presentano un’articolazione a forbice regolare.
  • Collo Il collo deve essere lungo, asciutto e incurvato (linea superiore convessa), senza giogaia.
  • Corpo Il corpo deve essere di lunghezza media, con le reni ampie e leggermente arcuate, petto molto profondo ma non troppo ampio, costole ben cinturate e molto sviluppate nella parte posteriore del torace.
  • Coda La coda deve essere dritta o leggermente a scimitarra e non deve superare il garretto. È portata orizzontalmente o sopra la linea del dorso. 
  • Arti anteriori Gli arti anteriori devono essere appiombi normali sia visti di profilo che di fronte. La lunghezza dell’arto anteriore da terra al gomito è inferiore alla lunghezza misurata al gomito al garrese.
  • Arti posteriori Gli arti posteriori, dall'anca al garrese, sono lunghi, larghi e muscolosi; dal garrese al piede sono forti e corti; le grasselle sono ben angolate. Gli arti sono diritti dall'articolazione del garretto al suolo. La groppa tende verso l'orizzonte. 
  • Piedi I piedi sono ovali, con le dita ben serrate e ben incurvate. I polpastrelli delle dita sono pieni e i cuscinetti plantari sono spessi.
  • Mantello e colore Sulla testa, nella parte anteriore degli arti e all'estremità delle orecchie, il pelo è corto e fine, ma, su tutte le altre parti del corpo, è di media lunghezza, piatto e senza ricci né ondulazioni. È ammesso il colore nero carbone intenso e lucido, senza traccia di color ruggine, con macchie focate di un rosso castagna vivace. Sulle dita sono ammesse pennellature e anche striature nere sulla mandibola. Una piccola macchia bianca è ammessa sul petto.
  • Taglia L’altezza al garrese è di 66 cm per i maschi e di 62 cm per le femmine.
Standard Setter Irlandese Rosso
  • Testa La testa deve essere lunga, asciutta, non larga all’altezza delle orecchie, con il muso e il cranio paralleli e di ugual lunghezza.
  • Occhi Gli occhi sono di colore nocciola scuro o marrone scuro e non devono essere troppo grandi.
  • Orecchie Le orecchie devono essere di moderata lunghezza, sottili, attaccate basse e molto indietro;  pendono formando una piega netta contro la testa.
  • Bocca La lunghezza delle mandibole è quasi uguale e la dentatura ha una chiusura a forbice perfetta.
  • Collo Il collo deve essere di lunghezza media, molto muscoloso ma non troppo spesso, leggermente arcuato e senza tracce di giogaia.
  • Corpo Il corpo deve essere ben proporzionato alla dimensione dell’esemplare;  il petto molto profondo, abbastanza stretto nella parte anteriore. Le costole ben arrotondate donano una capacità toracica estesa; le reni sono muscolose e leggermente arcuate.
  • Coda La coda deve essere di lunghezza moderata, in proporzione con il corpo, attaccata in basso, grossa alla sua base e più sottile in punta. 
  • Arti anteriori Gli arti anteriori sono dritti e nervosi e possiedono una buona ossatura.
  • Arti posteriori Gli arti posteriori devono essere larghi e possenti, lunghi e ben muscolosi dall’anca al garretto, forti e corti dal garretto alla suola. Le articolazioni della grassella e del garretto si flettono bene; non devono deviare né in dentro né in fuori. 
  • Piedi I piedi sono sodi; le dita sono forti, serrate e arcuate.
  • Mantello e colore Il pelo deve essere corto e fine sulla testa, la parte anteriore degli arti e l’estremità delle orecchie. Sulle altre parti del corpo e degli arti, il pelo è piatto e di lunghezza media. Il colore ammesso è castagna vivo, senza traccia di antracite.
  • Taglia L’altezza al garrese per i maschi varia dai 58 cm ai 67 cm mentre per le femmine va dai 55 cm ai 62 cm.
Standard Setter Irlandese Rosso-Bianco
  • Testa La testa deve essere ampia e proporzionata al corpo del cane. 
  • Occhi Gli occhi devono essere rotondi, leggermente prominenti, con congiuntiva non in vista e di color nocciola scuro o marrone.
  • Orecchie Le orecchie devono essere attaccate alte a livello degli occhi e disposte indietro, molto contro la testa.
  • Bocca Le mascelle sono di pari lunghezza; la dentatura si chiude con una perfetta chiusura a forbice o a tenaglia.
  • Collo Il collo deve essere di media lunghezza, muscoloso ma non troppo spesso, leggermente arcuato e privo di giogaia.
  • Corpo Il corpo deve essere forte e muscoloso, con un dorso che deve essere forte e robusto e un petto molto profondo, con costole ben cinturate.
  • Coda La coda è spessa all’origine e di lunghezza moderata, non scende mai più in basso del garretto.
  • Arti anteriori Gli arti anteriori sono dotati di una forte ossatura, muscolosi e con tendini evidenti.
  • Arti posteriori Gli arti posteriori, dall’anca al garretto, sono lunghi e muscolosi.
  • Piedi I piedi devono avere dita ben chiuse, con pelo abbondante fra le dita.
  • Mantello e colore Il pelo lungo e setoso nella parte posteriore degli arti anteriori e posteriori, in quantità ragionevole sul fianco, coda molto frangiata. Su tutte le altre regioni del corpo, il pelo deve essere corto, piatto e senza riccioli. Il colore di base è il bianco con solide macchie rosse; entrambi i colori devono essere vivaci e brillanti.
  • Taglia L’altezza al garrese per i maschi varia dai 62 cm ai 66 cm mentre per le femmine va dai 57 cm ai 61 cm.