Occhi dei cani e dei gatti: conosci le differenze?

La vista permette di cogliere forme, colori, dimensioni e disposizione degli oggetti attraverso gli stimoli luminosi. Nel caso degli amici a quattro zampe, la vista rappresenta un senso decisamente importante ma non così indispensabile quanto l’olfatto o l’udito. La sua secondaria importanza tuttavia non può e non deve sollevare il padrone dal prestare le dovute attenzioni circa le caratteristiche e le condizioni dell’apparato e quindi le cure necessarie a garantire all’amico peloso una visione ottimale del mondo.

Gli occhi del cane

Il cane è dotato di un ampio campo visivo che gli consente di ottenere una maggiore visione laterale rispetto all’amico umano. L’ampiezza di questo campo visivo dipende dalla razza d’appartenenza e quindi dalla conformazione della testa dell’esemplare: un cane dolicocefalo, avendo la testa più lunga che larga e gli occhi situati lateralmente, avrà un campo visivo laterale piuttosto esteso, per esempio; o ancora, un cane brachicefalo, avendo la testa più sviluppata in larghezza che in lunghezza e gli occhi posti frontalmente, avrà un  campo visivo più limitato.

I cani sono capaci di riconoscere ciò che è distante e si muove mentre dimostrano una certa difficoltà a mettere a fuoco gli oggetti vicini e a riconoscere un soggetto lontano ma immobile. Mantengono inoltre una visione crepuscolare e notturna ottimale grazie al cosiddetto "tapetum lucidum" ovvero una struttura che, amplificando la luce, permette una visione perfetta anche in condizioni di luce scarsa, fioca o soffusa. La vista dicromatica dei cani percepisce chiaramente la varietà che va dal giallo al blu. Questo dato empiricamente comprovato sfata quel luogo comune che attribuiva agli amici di zampa una visione del mondo in bianco e nero. Eppure il cane non si affida totalmente alla vista. Il fido che si spinge alla ricerca di un oggetto è un animale guidato principalmente dall’olfatto, quel senso specifico che gli permette di decodificare le tracce olfattive e di trasformarle in informazioni capaci di separare il particolare dal generale.

Gli occhi sono una parte delicata dell’organismo, un apparato colpito troppo spesso da infiammazioni e malattie infettive, degenerative e genetiche che si manifestano con rossore, area oculare opaca, sovrabbondante lacrimazione e così di seguito. Oltre ad un buono spirito di osservazione, è opportuno ricorrere ad alcuni test specifici in grado di determinare la natura dell’eventuale problema (sovrabbondante lacrimazione, ulcere alla cornea, presenza di glaucoma, congiuntiviti, cataratte, fuoriuscita del bulbo oculare, blefarite e simili).

Gli occhi del gatto

I piccoli felini domestici conservano i tratti peculiari dei grandi felini, primo fra tutti il marcato istinto da cacciatore: per ottenere una visione ottimale della preda fino al limite laterale, il campo visivo e la visione periferica devono essere abbastanza ampi.

I gatti hanno difficoltà a mettere a fuoco oggetti e soggetti a grande distanza. In realtà, quello che riesce ad aumentare esponenzialmente la loro capacità visiva notturna si trasforma in un forte deterrente: quel “tapetum lucidum”, quello stesso strato di cellule riflettenti che convoglia un’elevata quantità di luce e permette una perfetta visione notturna, non consente una buona visibilità in condizioni  di intensa luminosità. 

La “tigre” domestica, sebbene capace di distinguere una grande quantità di tonalità, non arriva a definire tutti i colori, e in particolar modo rosso, arancione e marrone. In realtà, la sopravvivenza dell’animale non dipende dalla sua capacità di distinguere i colori. I felini hanno bisogno di riconoscere gli oggetti e di percepire i movimenti dei soggetti per cacciare nei momenti più floridi della giornata come l’alba e il tramonto, per afferrare le loro prede. Ebbene, i piccoli felini domestici conservano ancora quell’istinto primordiale che continua a renderli così tanto simili ai grandi felini (leone, tigre, leopardo, eccetera).

occhi_gatto

La vista ricopre un ruolo importante per la sopravvivenza di questi animali. In tal senso diventa necessario difendere l’occhio del felino dall’insorgenza di particolari malattie di natura genetica, batterica o virale (blefarite, congiuntivite, infezioni della cornea, allergie, traumi, orzaiolo, calazio, ulcere corneali, glaucoma, uveite e simili).

Soluzioni

Le alterazioni che colpiscono gli occhi possono essere evitate o quanto meno limitate con l'aiuto di controlli regolari volti a rintracciare residui, sporco o difficoltà e quindi a scongiurare la manifestazione di malattie e complicazioni. In commercio, esiste un’ampia gamma di prodotti specifici dedicata alla pulizia degli occhi di cani e gatti, oltreché una serie di crocchette, cibi umidi e integratori pensati per supportare la nutrizione dei tessuti organici dell’occhio e per ridurre eventuali processi infiammatori a carico di tale annesso cutaneo.

  • Orme Naturali Lozione Occhi - Questa lozione naturale, indicata per la pulizia degli occhi di cani e gatti, contribuisce al benessere della vista e alla prevenzione di irritazioni e complicazioni provocate da agenti chimici o fisici. Inoltre, in assenza di lesioni e di infezioni, la lozione può essere impiegata anche come bagno oculare rinfrescante.
  • Amici e Felici Salviette Detergenti Occhi - Queste salviettine dalla delicata formulazione sono ideali per pulire gli occhi di cani e gatti. Non irritano e non disturbano l’amico a quattro zampe.
  • Bayer Salviette detergenti - Disponibili in diverse fragranze, le salviettine Bayer presentano una speciale soluzione testata che consente di detergere la zona occhi di cani e gatti e di pulire il manto degli amici pelosi.
  • Ingenya Lozione Pulizia Contorno Occhi - Questa lozione è indicata per la pulizia del contorno occhi e delle palpebre. Grazie al dosatore e alla particolare consistenza della lozione, riesce a penetrare tra le pieghe della pelle sotto gli occhi e a intrappolare lo sporco e le secrezioni, facilitandone l'asportazione. La sua speciale formulazione ha un effetto emolliente e idratante sulla pelle e sulle mucose in caso di palpebra cadente. 
  • Optivet - Questo detergente è indicato per la pulizia del contorno occhi di cani, gatti e altri animali da compagnia. La particolare soluzione isotonica deterge il contorno occhi e rimuove in modo igienico lo sporco, le secrezioni e le macchie causate dall’eccessiva lacrimazione.
  • Oculvet gocce - La speciale formulazione è indicata per la protezione della superficie oculare in tutte le condizioni caratterizzate da alterazioni quali-quantitative del film lacrimale (es. occhio secco, iper-reattività congiuntivale, effetti collaterali di trattamenti topici oculari ad azione ipotensiva). 
  • Canina Seealgenmehl Polvere - Questo integratore alimentare per cani e gatti aiuta a favorire la corretta pigmentazione degli occhi, del naso, del manto, delle labbra e delle zampe. Canina Seealgenmehl Tavolette - Questo integratore alimentare per cani e gatti aiuta a favorire la corretta pigmentazione degli occhi, del naso, del manto, delle labbra e delle zampe. 
  • Farmina Vet Life Hypoallergenic Fish & Potato - Questo alimento dietetico completo per cani è indicato per ridurre le intolleranze alimentari, coadiuvare la funzione trofica della cute e dei suoi annessi (occhio, orecchio e sacche anali) e limitare gli eventuali processi infiammatori a loro carico.
  • Farmina Vet Life Hypoallergenic Egg & Rice - Questo alimento dietetico completo per cani è indicato per ridurre le intolleranze alimentari, coadiuvare la funzione trofica della cute e dei suoi annessi (occhio, orecchio e sacche anali) e limitare gli eventuali processi infiammatori a loro carico.
  • Natural Code - Questa linea di cibo umido per gatti rispetta la fisiologia e la biologia felina, fornendogli tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno. Tutti i prodotti della linea sono caratterizzati da elevate percentuali di proteine, minerali e vitamina A, molto importante per la salute degli occhi e della cute. 

 

Condividi: